20 anni di Vim…

2 anni fa

L’Editor di testi1 compie 20 anni (anche se in realtà si avvicinerebbe ai 35, considerando che è un’evoluzione del venerando Vi).

Se leggendo Vim avevate pensato al detersivo in polvere andatevi a leggere questo post su Ars Technica.

Dopodichè installate Vim sul vostro computer, oppure provatelo online su questa pagina.

Scorrere la forza sentite dentro di voi.

[1] forse qualcuno vi dirà che esistono anche altri editor, magari superiori a Vim, robe tipo Emacs o Textmate. Non ascoltate quella gente :-)

Nessun post correlato.

10 pensieri su “20 anni di Vim…

  1. robsom

    avvertenza: nuoce gravemente alla salute. non usare se non in casi di estrema necessità. se costretti all’uso, limitare al massimo l’esposizione e rimuovere rapidamente i neuroni affetti con dosi abbondanti di bourbon. se i sintomi persistono consultate il vostro neurologo di fiducia.
    :D:D

    Replica
    1. Marco Autore articolo

      Nel commento precedente Robsom ci avverte sulle conseguenze nocive dell’utilizzo di Emacs, quello che prima della disintossicazione era il suo editor preferito.
      Per sua fortuna ora lui sta bene, non tocca più una goccia di bourbon da mesi ed ha ritrovato tutta la sua joie de vivre.
      Tutto grazie al passaggio a Vim, l’editor dalle proprietà taumaturgiche.

      Replica
  2. anna8

    LOL. Voi due mediamente non state bene.
    Io ho provato Vim ma non Emacs, sono ancora viva, bionda ma viva ;)
    Quel tutorial online é spaziale!

    Replica
    1. Marco Autore articolo

      @anna8: è un altro effetto di Vim, l’editor dalle proprietà ossigenanti. :-)
      E mi raccomando, non cedere alle lusinghe di RobVader quando cercherà di attirarti verso il lato oscuro della forza…

      Replica
        1. Marco Autore articolo

          Bluefish non è male, dai…
          Quello che gli manca sono i flame che arricchiscono la vita degli utenti vim ed emacs :-)

          Replica
          1. anna

            Non toccatemi BlueFish! … uff la vita con un geek puó essere estenuante … uff

  3. Stefano

    Articolo breve ma simpatico ;) commenti ironici e intelligenti :) Uso computer e affini dal 1984 per passione (e per lavoro) ho provato tutti i principali IDEe Text Editor esistenti ma Vim non si batte! Il mio sogno nel cassetto? che nella prossima release di Vim includano tutti quei plugin essenziali (come NERDTree, autoclose etc.) e magari un settaggio di default cristiano (tipo la numerazione delle righe) per il resto ho usato anche Emacs che in termini di potenzialità è probabilmente al di sopra di tutto ma… è di una complessità disarmante anche per chi ha delle conoscenze di programmazione (come il sottoscritto (Python, Javascript principalmente) con VimScript che alla fine dei conti è Python + Perl ho capito subito come andare a modificare le impostazioni (ho creato pure 2 temi) con Emacs non riesco neppure a settare cose “apparentemente” semplici. Per concludere sono dei vostri, e Richard Stallman e un genio maledetto e fuori di testa!!!

    Replica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>